Mendittorosa

Home / News / 8 domande e 8 risposte. Dialogo intimo.

1) Come è nato il tuo amore per i profumi?

Credo che l’amore per i profumi sia nato con me. Dentro il mio cervello in formazione e nell’organo cavo del mio cuore..già abitava questa passione, ma non ne sono stata cosciente sin dall’inizio.

2) Quando hai deciso di creare il tuo primo profumo?

Quando mi sono ricollegata al mio vero sé circa dieci anni fa ho iniziato ad eliminare tante scelte sbagliate che avevo fatto e a ritrovare il mio amore per i profumi , e di li’a poco nel 2013 ho creato il mio marchio Mendittorosa e la prima Trilogia, Alfa, Omega e Id

3) Come è stata la sfida di creare profumi che raggiungono l’anima?

Mi è sembrata l’unica strada da percorrere, io che avevo raggiunto la mia di anima, forse potevo, con i profumi, raggiungere quelle degli altri, almeno provarci

4) Normalmente, un profumo evoca una persona, un luogo … cosa evocano i profumi di Mendittorosa?

I miei profumi non sono legati né a luoghi né a presone, sono concetti, esperienze profonde che decido di condividere in forma di profumi, cambi di livello

5) C’è un filo conduttore tra i tuoi profumi?

Mi piace pensare che il filo conduttore sia la crescita, l’avvolgimento intorno ad un asse verticale, lo sviluppo di doti sottili

6) Pensi che un profumo perda o guadagni mescolando con la pelle?

Non so ben cosa rispondere, si in parte perde, perde la sua purezza, ma d’altra parte guadagna, guadagna la materia di cui anche gli spiriti più eccelsi hanno bisogno per sperimentare

7) Come hai combinato l’alchimia dei profumi con altre espressioni dell’arte?

Se l’arte è espressione, per me i profumi sono la mia espressione, e lo sono non solo nelle formulazioni selezionate, ma anche nel packaging, cerco con grande attenzione di fare in modo che l’aspetto esteriore dei miei profumi contribuisca al racconto del messaggio, lo renda visibile, e tangibile. Per fare questo ho selezionato i miei artisti artigiani preferiti e lavoro con loro per la realizzazioni di tappi, decorazioni e astucci, sempre fatti a mano, contro il tempo, contro ogni logica di mercato, in un mondo sospeso e rarefatto, dove regna la libertà di fare quello che fi sentire bene.

8) Dalla tua collezione di profumi, qual è il tuo preferito?

Forse il più amato di sempre per me è Sogno Reale,

Un profumo che ho sognato e poi inseguito per mesi e trovato solo quando orami non ci speravo più

Mi da piacere averlo addosso. Risveglia in me tanti elementi.

E mi ricorda continuamente la meraviglia di quello ho avuto la forza di fare.

Social share